Omaggiare il Sole

Narada disse: “Ora ascoltate il dialogo avvenuto tra Dindi e Brahma a riguardo dell’adorazione del Sole e dei   doni”.
Brahma disse: “L’adorazione, la preghiera, la recitazione del rosario e il digiuno realizzano i desideri. Il posare la testa al suolo per salutare il Sole, distrugge immediatamente tutte le colpe. Colui che gira intorno al Sole otterrà i frutti di chi ha girato intorno all’intero Prithvi. Sarà libero dalle malattie e alla fine otterrà la sfera del Sole. Ma bisogna avere cura della propria igiene prima di girare intorno. Nel farlo non bisogna indossare scarpe”.
“Colui che adora il Sole mangiando una sola volta in Shashthi o in Shaptami, vivrà nella sfera del Sole. Nel giorno lunare di Krishna Shaptami, vanno offerti fiori rossi. Fiori bianchi in Shukla Saptami e dolci. Vi sono sette Saptami, Jaya, Vijaya, Jayanti, Aparajita, Mahajaya, Nanda e Bhadra. Se Shukla Saptami cade in domenica è chiamato Vijaya Saptami. Ogni dono, bagno, digiuno eseguiti in questo giorno, distrugge tutte le colpe. Mangiare solo una sola volta la sera del Panchami. Una sola volta la notte del Shashti e non mangiare per l’intero Saptami. Eseguire il Parana durante l’Ashtami”.
Dindi chiese: “Colui che digiuna di domenica, quali frutti ottiene? Parlatemi delle glorie del Vijaya Saptami”.
Brahma rispose: “Colui che fa offerte di domenica si manterrà in buona salute per sette vite. Colui che mangia solo di note e che legge l’Aditya Hridaya Stotra, sarà libero dalle malattie. Colui che digiuna e recita il Gayatri mantra sul rosario, colui che recita il mantra di sei sillabe di sicuro otterrà la sfera del Sole.
Questi sono i nomi dei dodici raggi del Sole: Nanda, Bhadra, Samuya, Kamada, Putrada, Jaya, Jayanta, Vijaya, Adityabhimukha, Hridaya, Rogaha e Mahashwetapriya”.