Dialogo tra Brahma e il Sole

Brahma rispose: “Un giorno ho pregato il Sole e gli chiesi: “Gli uomini sanno come adorare i Sura ma voi come dovete essere adorato? Questa è una cosa che non comprendo. Vi prego datemi una spiegazione.”
Il Sole rispose: “Il corpo è chiamato Kshetra, per questo motivo il Paramatma è conosciuto come Kshetragya. Amo i fiori Mallika, chi me li offre otterrà ogni genere di piaceri. Chi mi offre dei fiori di loto, otterrà buona fortuna. Chi mi offre dei fiori Kutaj, diverrà prospero. Chi mi offre dei fiori Mandara, sarà curato da tutti I tipi di lebbra. Chi mi offre dei fiori Bakula, otterrà una bella moglie. Chi mi offre dei fiori Karavira, diverrà mio servitore.
Chi pulirà e spalmerà il pavimento del mio tempio, sarà libero da malattie e diverrà ricco. Chi lo spalmerà di argilla, sarà liberato dai diciotto tipi di lebbra. Tra i fiori, quelli che amo sono i Karavira, tra le paste odorose, quella che amo è la pasta di sandalo rosso. Chi disegna un Mandala, dopo aver spalmato il pavimento, otterrà la sfera del Sole. Chi disegna un mandala diverrà ricco. Chi disegna due Mandala godrà di buona salute. Chi disegna tre Mandala avrà buoni figli. Chi disegna quattro Mandala otterrà fortuna. Chi accende una lampada alimentata con burro nel mio tempio, non soffrirà di malattie agli occhi. Chi accende una lampada alimentata con olio di sesamo, otterrà la sfera del Sole. Chi accende una lampada alimentata con olio di mostarda, vincerà su tutti i nemici”.
“Bisogna offrire diversi generi di Naivedya, dopo avermi adorato con Gandha, lampade, fiori, ecc. Amo i fiori di gelsomino e di Kanera. Tra i Dupa amo i Vijaya Dupa. Tra le paste odorose, amo la pasta di sandalo rosso. Tra le lampade amo quella alimentata con burro. Tra i dolci amo il Laddu. Potrei essere adorato solo con queste cose. Dopo avermi adorato, prendete un seme di mostarda bianca con acqua e berlo esprimendo un desiderio. Nel secondo Saptami, bisogna ingoiare due semi di mostarda, aumentando di un seme ogni successivo Saptami, questo per sette Saptami. I semi di mostarda non devono essere masticati. In alternativa, durante il primo Saptami si può assumere un seme di mostarda con acqua. Durante il secondo Saptami due semi di mostarda con burro. Durante il terzo Saptami tre semi di mostarda con miele. Nel quarto Saptami quattro semi di mostarda con yogurt. Nel quinto Saptami cinque semi di mostarda con latte. Nel sesto Saptami sei semi di mostarda con escrementi di vacca. Nel settimo Saptami sette semi di mostarda con Panchgavya. Facendo questo ogni desiderio sarà esaudito”.
Brahma disse: “Yagyavalkya, il giorno dopo il Siddharta Saptami, bisogna lavarsi, adorare, nutrire i brahmana, donare vesti di colore rosso, vacche e buon cibo ai brahmana. Questo è il metodo per eseguire l’Udyapana del Siddhanta Saptami”.