I frutti dell’adorazione del Sole

Satanika chiese: “Ditemi, quali frutti si ottengono nell’adorare il Sole?”.
Sumantu rispose: “Colui che installa una statua del Sole e la adora, ottiene il Samipya del Sole. Colui che costruisce o disegna la volta stellate per adorare il Sole, sarà adorato nelle tre sfere.
Chi con devozione, in accordo alle sue possibilità, fa costruire un santuario al Sole, godrà della compagnia del Sole. Ma se questo viene fatto senza devozione non otterrà frutti. Per questo motivo bisogna dividere la propria ricchezza in tre parti. Una parte deve essere usata per Dharma e Karma. Una parte deve essere investita per guadagnare altri soldi. E una parte deve essere usata per vivere. Il Sole è il primo fra i Sura, è colui che libera da ogni tipo di disagio”.
Sumantu continuò: “Mentre si lava il Sole, bisogna dire “Jaya”, ecc., bisogna dire parole di buon auspicio. Per adorare il Sole bisogna usare conchiglie, o altri strumenti di buon auspicio. Lavare il Sole con Kapila di vacca Panchgavya e Abhimantrita Kusha è chiamato Brahma Snana. Qualsiasi cosa venga fatta, anche una sola volta all’anno, concede la sfera del Sole. Lavarlo con una brocca di rame è cento volte meglio che lavarlo con una brocca d’argilla. Lavarlo con una brocca d’argento è meglio che lavarlo con una brocca di rame. Toccarlo è meglio di vederlo. Adorarlo è meglio che toccarlo. E lavarlo con del burro è meglio che adorarlo.
Snana è detto quando cento Pala d’acqua o di Panchamrita sono usati per Snana. Abhyanga Snana e detto quando venticinque Pala d’acqua viene usata per il lavaggio. Maha Snana è detto quando duemila Pala  d’acqua sono usati per il lavaggio. Chi fa un offerta di fiori e di frutta, otterrà la sfera superiore. Se viene offerta acqua, latte, erba Kusha, burro, yogurt, miele, fiori rossi e sandalo rosso al Sole, godrà della sfera del Sole per diecimila anni. Questa offerta di otto prodotti è molto cara al Sole. Povera o ricca che sia l’offerta darà gli stessi frutti. La devozione accresce i frutti.
Un fiore Kanera è migliore di migliaia di altri fiori. Un fiore di Loto è meglio di migliaia di foglie. Un fiore di Agastya è meglio di migliaia di fiori di Loto. Un fiore Mongara è meglio di migliaia di fiori Agastya. Una foglia di erba Patra è meglio di migliaia di foglie di erba Kusha. Un fiore di Loto blu è meglio di migliaia di foglie Patra. Il Nila Kamala è il migliore tra i fiori.
Colui che adora il Sole con fiori Kanera rossi, vivrà nella sfera del Sole per numerosi Kalpa. Anche i fiori, quali: gelsomini, rose Vijaya, Mandara bianchi e altri, sono adatti all’adorazione del Sole. Non bisogna offrire fiori sporchi o sbocciati solo a metà. Non bisogna offrire cibi poco cotti e frutti poco maturi. Se non si possiede frutta, bisogna offrire fiori. Se non si possiedono fiori, bisogna offrire foglie. Se non si possiedono foglie bisogna offrire paglia o erbe. Quando non c’è nulla da offrire, il Sole è soddisfatto con la devozione. Chi adora il Sole con fragranti fiori Mukta durante il mese di Magha, nel periodo di Luna calante, otterrà innumerevoli meriti. Adorandolo con fiori Karavira ci si libera dalle colpe e si otterrà la sfera del Sole”.