Pulizia in Saura Dharma

Il Sole continuò: “Un brahmana deve curare il proprio igiene e usare parole dolci. Deve lavarsi tutti I giorni, spalmarsi di pasta di Sandalo, ecc., e adorare il Sole. Il Sole e la donna non devono guardarsi senza un proposito. Le quattro caste non devono mangiare cibo non adatto. Ciò che è male per le caste, a causa delle azioni, del tempo, della compagnia, dell’Ashraya, da cose immangiabili, dal cattivo comportamento, dalla cattiva natura, non cambia mai. Un cibo mantenuto per lungo tempo è detto privo di tempo e fa male, ma lo yogurt e il miele, non vanno a male. I liquori, l’aglio, il cibo cotto con il latte, o una vacca che ha partorito da sette giorni, o ciò che è toccato da un cane e detto essere cattiva. Ciò che viene toccata da una persona, a cui mancano parti del corpo, o da un contadino è considerate privo di Ashraya. Le cose che normalmente sono odiate che non possono essere consumate, sono dette di natura immangiabili.
Per dieci giorni non bisogna mangiare cibi, in una casa dove Sutaka o Pataka è implicato. Questa casa diverrà pura dopo dodici giorni, dopo essere stata lavata. Ogni cosa è veramente pulita dopo un anno. Se un bambino muore nel periodo in cui gli sta spuntando il primo dente, la casa sarà pura in un giorno. Se un bambino muore prima del Chudakarna Sanskara, la casa sarà impura per un giorno e una notte. Dopo la morte del proprio Sa-Gotra, si è impuri per tre notti. Se qualcuno ha accompagnato un corpo morto, sarà purificato dopo un bagno.
Vi sono sei modi per purificare qualcosa, bruciandolo, sfregarlo con argilla e lavandolo con acqua, rimuovere lo sporco, lavarlo, toccandolo e mantenerlo in un luogo arieggiato. Dopo aver pulito tutto, bisogna fare un bagno. Lavarsi al mattino è detto bagno giornaliero. Lavarsi dopo un’eclissi è detto Kamya Snana. Lavarsi dopo essersi rasati la barba e i capelli è detto Naimittika Snana. Questo distrugge tutte le colpe”.