Dell’importanza dell’Avyanga

Un giorno Samba chiese a Vyasa, qualcosa a riguardo dell’Avyanga che i Maga indossavano.
Vyasa rispose: “I Sura, i saggi, i Naga, i Gandharva, le Apsara, gli Yaksha e i Rakshasa stanno con il Sole, in accordo alle stagioni. Al suo carro è aggiogato il Naga Vasuki. Un giorno Vasuki, il Re dei Naga, uscì e cadde. Il Sole lo ricoprì di oro e di gemme e gli rivesti i fianchi. Per questo motivo i devoti del Sole portano questo Avyanga, per soddisfare il Sole. Portando questo indumento il Bjojaka è pulito.
Questo indumento, deve essere portato nel mezzo, come una pelle di serpente. Deve essere fatto di filo di cotone. Il migliore Avyanga deve avere duecento dita di lunghezza, quello medio deve avere centoventi dita di lunghezza, quello ordinario deve avere cento otto dita di lunghezza. Non può essere più corto di queste misure. Si comincia ad indossarlo all’età di sette anni, come Yagyopavita. Questo è il Sanskara, il capo dei Bhojaka. Il devoto del Sole, deve sempre indossare questo indumento prima di adorarlo.