Gli effetti della quinta casa

O brahmana, ora spiego gli effetti che riguardano la quinta casa. Se il signore dell’ascendente e della quinta, sono caduti in angolo o trini, il nativo godrà della gioia che deriva dai figli. Se il signore della quinta, cade nella sesta, o nell’ottava o nella dodicesima casa, il nativo non avrà prole. Se il signore della quinta è combusto, o congiunto a un malefico, o debole, il nativo non avrà prole. Se ne nascerà qualcuno, questi abbandoneranno presto il mondo. Attraverso l’influenza del signore della quinta con il signore dell’ascendente, in una buona casa, il nativo godrà subito della gioia dei figli. Ma se sono uniti in una casa malefica, l’effetto sarà l’opposto.
Se il signore della quinta, cade in sesta, mentre il signore dell’ascendente è unito a Marte, il nativo perderà il primogenito, dopo di che il coniuge non sarà più fertile.
Se il signore della quinta, cade in sesta, o in ottava, o in dodicesima, mentre Mercurio e Ketu cadono in quinta casa, il nativo, avrà un solo figlio.
Se il signore della quinta è in caduta e non possiede Drishti con la quinta, mentre Saturno e Mercurio cadono in quinta casa, il nativo avrà un solo figlio.
Se il signore della nona cade in ascendente, mentre Ketu cade in quinta con Mercurio e il signore della quinta è in caduta, la nascita di un figlio verrà dopo molti tentativi.
Se il signore della quinta, cade in sesta, in ottava, o in dodicesima, o in un segno nemico, o è in caduta, o in quinta casa, il nativo avrà difficoltà nell’avere figli.
Se la quinta casa è governata da Saturno, o da Mercurio, e occupata, o ha un Drishti con Saturno e Mandi, il nativo adotterà dei figli.
Se il Sole e la Luna, cadono insieme in un segno Navamsa, il nativo sarà cresciuto da tre madri o da due padri.
Se la quinta è occupata da sei pianeti, mentre il suo signore cade in dodicesima, e la Luna e l’ascendente sono forti, il nativo avrà figli adottati.
Se il signore della quinta è forte, mentre la casa ha un Drishti da un forte Mercurio, Giove e Venere, il nativo avrà molti figli.
Se il signore della quinta cade con la Luna, o nel suo decanato, il nativo avrà solo figlie, questo dichiarano gli astrologi.
Se il signore della quinta, occupa un segno mobile, mentre Saturno occupa la quinta, con Rahu insieme alla Luna, il nativo avrà un figlio illegittimo.
Se la Luna cade in ottava contata dall’ascendente, mentre Giove cade in ottava cantata dalla Luna, non possono esserci dubbi, il figlio del nativo, non è nato dai suoi lombi. Drishti di malefici, o influenze malefiche sono essenziali in questa configurazione.
Se il signore della quinta è in esaltazione, o in seconda, o in quinta, o in nona, o ha influenze, o Drishti da Giove, il nativo potrà avere figli.
Se la quinta è occupata da tre, o quattro malefici, mentre il signore della quinta è in caduta, il figlio del nativo indulgerà in cattive azioni. La presenza di un benefico, incluso Mercurio in quinta, esclude questi effetti.
Se la quinta è occupata da Giove, mentre il suo signore si trova con Venere, il nativo potrà avere figli all’età di trentadue o trentatré anni.
Se il signore della quinta cade in angolo insieme a Giove, il nativo avrà figli tra i trenta e i trentasei anni di età.
Se Giove cade in nona, mentre Venere cade in nona contata da Giove, insieme con il signore dell’ascendente, il nativo otterrà il primo figlio all’età di quarant’anni.
Se Rahu cade in quinta, mentre il signore della quinta, cade in settima unito a un malefico e con Giove in debilitazione, all’età di trentadue anni il nativo perderà un figlio.
Se un malefico cade in quinta contata da Giove, mentre un altro si trova in quinta contato dall’ascendente, il nativo perderà un figlio, tra i trentatré e i trentasei anni.
Se Mandi cade in ascendente, mentre il signore di quest’ultimo è in caduta, all’età di cinquantasei anni il nativo perderà un figlio.
Se la quinta e la sesta, sono occupate da malefici, mentre il signore della quinta si trova in esaltazione, unito al signore dell’ascendente, con Giove insieme a un altro benefico, il nativo avrà dieci figli. Se Giove è in esaltazione, mentre Rahu è unito al signore della seconda e la nona casa è occupata dal suo signore, il nativo avrà nove figli. Se Giove cade in quinta, o in nona, mentre il signore della quinta è forte, e il signore della seconda, cade in decima casa, il nativo avrà otto figli. Se Saturno cade in nona, mentre il signore della quinta è in casa propria, il nativo avrà sette figli, due di loro saranno gemelli. Se il signore della quinta, è influenzato dal signore della seconda, il nativo avrà sette figli, ma tre di loro moriranno. Se un malefico occupa la quinta, mentre Giove occupa la quinta contata da Saturno, o viceversa, il nativo avrà un solo figlio. Se la quinta è occupata da un malefico, o se Saturno occupa la quinta contata da Giove, il nativo avrà figli solo attraverso la seconda o la terza moglie. Se la quinta è occupata da un malefico, mentre Giove è influenzato da Saturno in quinta, così come il signore della seconda e della quinta sono influenzati da Marte, il nativo sarà longevo, ma perderà tutti i figli, uno dopo l’altro subito dopo la nascita.