Pauloma Parva
Sezione 4

Ugrasrava, Sauti il figlio di Lomaharshana, lo studioso dei Purana, nella foresta di Naimisha, presente al sacrificio che sarebbe durato dodici anni, presieduto da Saunaka sopranominato Kulapati, sedeva di fronte ai bramana in silenziosa attesa. Aveva studiato i Purana con meticolosa attenzione e assimilato il loro contenuto. Congiungendo le mani, si rivolse di nuovo ai bramana dicendo: “Ho narrato la storia di Utanka, una delle cause, che spinse il re Janamejaya al compimento del Sacrificio del Serpente. Reverendi signori, ditemi, quali altre storie desiderate ascoltare?
Un asceta chiese: “Siamo ansiosi di udire e di conoscere tutte le storie. Però prima di iniziare, attendete l’arrivo di Saunaka, il quale è temporaneamente occupato nella sala del fuoco sacro. Il nostro reverendo maestro, conosce tutte le storie che riguardano i Sura, gli Asura, gli uomini, i Naga e i Gandharva. E’ il sacerdote officiante della presente cerimonia. E’ abile e fedele ai propri voti. E’ saggio e sapiente. E’ portatore di verità, amante della pace e osservatore delle penitenze stabilite nei sacri decreti. E’ rispettato e onorato da tutti. Abbiamo deciso di aspettare la sua presenza. Quando sarà seduto tra noi, potrete rispondere a ogni sua domanda”.
Sauti rispose: “Così sia”. Quando il nobile Rishi arriverà, vi racconterò le sacre storie, legate a molte varietà di soggetti, di cui lui mi chiederà.
Terminati i propri doveri, propiziati i Sura e gli antenati con adeguate preghiere e oblazioni, Saunaka raggiunse il luogo del sacrificio, dove tutti i sacerdoti e i loro attendenti aspettavano”. Quando Saunaka si fu accomodato nel mezzo dei Ritwika e dei Sadasya, che si erano riuniti per l’occasione, Sauti disse quanto segue.