SEZIONE 196
Vaivahika Parva: seguito

Il messaggero disse: Il re Drupada in occasione del matrimonio, ha fatto preparare un delizioso banchetto. Terminati i vostri riti giornalieri raggiungetelo. Non tardate. Questi carri adornati con fiori di Loto dorati e trainati da eccellenti cavalli sono degni di un re. Salite a bordo dei carri e recatevi dal re”.
Vaisampayana continuò: congedati i preti, fecero salire Kunti e Krishna su uno di quei carri. Anche loro salirono su uno di quei splendidi veicoli e si diressero verso il palazzo di Drupada. Dopo che i suoi preti ebbero riferito le parole di Yudhisthira, per accertarsi della verità, sulla casta di appartenenza, preparò gli articoli da matrimonio in uso per le quattro caste. Preparò della frutta, delle ghirlande, delle vesti di lana, dei tappeti, del bestiame, dei semi e molti altri articoli per l’uso agricolo. Il re preparò numerosi articoli propri di altri mestieri e apparati per lo sport. Preparò maglie di lana, scudi brillanti, spade, scimitarre, finemente temperate. Preparò dei bellissimi carri, cavalli, archi di prima classe, frecce e altri tipi di proiettili, tutti finemente decorati. Preparò razzi, dardi, asce da battaglia e altri utensili da guerra. Preparò letti, raffinati tappeti e vesti di vario genere. Raggiunto il palazzo reale, Kunti e Krishna si ritirarono negli appartamenti interni. Le ancelle salutarono e adorarono la regina dei Kuru. Tutti i presenti, si rallegrarono nel vedere quegli uomini, il cui indumento superiore era una pelle di cervo, i cui occhi erano grandi come quelli di un toro, le cui spalle erano ampie e le cui braccia erano lunghe come serpenti. Quegli eroi presero posizione, sedendosi su poltrone e poggiando i piedi su sgabelli. Senza paura, uno dopo l’altro, quei primi tra gli uomini si sedettero in accordo alla propria età. Dopo che si furono seduti, camerieri e cameriere, in piatti d’oro e d’argento, cominciarono a servire deliziose pietanze. Così, con grande soddisfazione pranzarono. Terminato il banchetto, quegli eroi passarono in rassegna tutti gli articoli che erano stati preparati, mostrando grande interesse per gli utensili da guerra. Osservando il loro comportamento, Drupada, suo figlio e tutti i ministri, compresero che quegli eroi erano di sangue nobile.