La gente legge poco, quando lo fa si affida a Wikipedia e apprende che il Surya Siddhanta è un’opera del XII secolo. Età del libro non significa età del contenuto, è l’età del manoscritto più antico arrivato a noi.
Varaha Mihira nel VI secolo (data ufficiale) lo conosceva, quindi (costretti) hanno pensato ad un vecchio Surya Siddhanta fonte di quello del XII secolo. Nel Pancha Siddhantika, utilizzando l’Era Saka l’autore data il suo periodo storico. Mentre nella Brihat Samitha data l’inizio dell’Era Saka.

आसन् मघासु मुनयः शासति पृथ्वीं युधिष्ठिरे नृपतौ । āsan maghāsu munayaḥ śāsati pṛthvīṃ yudhiṣṭhire nṛpatau |
षड्द्विकपंचद्वियुतः शककालः तस्य राज्ञश्च ॥३॥
āsan maghāsu munayaḥ śāsati pṛthvīṃ yudhiṣṭhire nṛpatau |
ṣaḍdvikapaṃcadviyutaḥ śakakālaḥ tasya rājñaśca ||3||

“I Sette Saggi (munaya = Orsa Maggiore) transitavano in Magha (Regulus) quando re Yudhishthira governava la Terra, questo 2526 anni prima dell’inizio dell’Era Saka.” (Brihat Samita 13:3)

V. Subrahmanya Sastri nella sua traduzione del 1946, aggiunge questa nota (pagina 156).

The assumption made by certain commentators that should invariably refer to Vikrama Saka (56 B.C.) does not seem to be altogether correct. For, it is said in the Mahabharata that Kali set in soon after Krishna’s departure. This should be 3102 B.C. Hence the age of Yudhishtira should be somewhere at the earlier part of the 32nd century before Christ. Subtracting 2526 from this figure we find that the Saka referred to in the Sloka should be in the 7th Century B.C. (far earlier than the age of the Buddha—5th century B.C.). Hence the above remark.

Pone l’inizio dell’Era Saka intorno al VII secolo a.C. (prima di Buddha).

शप्तस्वि एद सन्ख्यम् सककलमपस्य छैत्र सुक्लदौ ।
आर्धस्तमिते भ्हनौ य़वनपुरे शौम्यदिवसद्ये ॥८॥
saptasvi veda sankhyam sakakalamapasya chaitra sukladau |
ardhastamite bhanau yavanapure saumyadivasadye ||8||

sapta = sette; asvi = due; veda = quattro; sankhyam = riconoscendo il nostro conteggio da; sakalam = era saka; apasya = avendo lasciato – in modo completo; chaitra = nel mese di caitra; sukla = durante la Luna crescente del mese lunare; adi = all’inizio; ardha = metà; astama = momento; bhanau = Sole; yavanapure = la città degli yavana; saumya = Mercurio; divasa = giorno.

“427 anni sono trascorsi nell’Era Saka, dall’inizio del mese di Chaitra, mentre il Sole è a metà levata, all’inizio di mercoledì, nella città degli Yavana.” (Pancha Siddhantika – Sezione 1 – Verso 8).

Era Yudhishthira = Saptarishi (Orsa Maggiore) in Magha (Regulus). Il transito di 100 anni (per nakshatra) è durato fino al 3076 a.C. Il Pancha Siddhantika è stato scritto nel 427 Era Saka.

3076 – 2526 = 550 a.C. (inizio Era Saka)
550 – 427 = 123 a.C. (età del Pancha Siddhantika o periodo storico di Varaha Mhira)

Varaha Mihira considera il Surya Siddhatna come “vriddhi” (antico).

Il 550 a.C., da un indizio sul personaggio che ha dato origine all’Era Saka. Re Kuru (Ciro) re di Para-Saka (Persia). Personaggio conosciuto dalla Bibbia..

La città degli Yavana (yavanapura), senza il nome non può essere identificata. Gli studiosi di fine 800 hanno pensato alla Grecia, per via dell’assonanza con “ioni” (da mar Ionio). Ma i vietnamiti da sempre dicono di essere Yavana, probabilmente gli indiani hanno occupato una regione che si estendeva fino all’attuale Yunnan.

*Yavana = Vietnamiti*