Bhavishya Purana – Brahma Parva – sezione 102

Sumantu continuò: “Sebbene tutti i Tithi appartengano al Sole, Saptami è il più caro”.
Satanika chiese: “Perché?”.
Sumantu rispose: “Ascoltate il dialogo che un tempo avvenne tra Brahma e Vishnu”.
Brahma disse: “Quando i giorni lunari furono assegnati ai Sura, Saptami fu aggiudicato al Sole. Il Sura assegnato al giorno lunare è il signore del giorno, per questo il Sura viene adorato in quel giorno, solo il Sura del giorno è in grado di realizzare i desideri”.
Surya ha assegnato Pratipada ad Agni, Dwitiya a Brahma, Tritiya a Kuvera, Chaturthi a Ganesha, Panchami a Naga, Shashthi a Kartikeya, Saptami a se stesso, Ashtami a Rudra, Navami a Durga, Dashami a Yama, Ekadadashi a Vishwadeva, Dwadashi a Vishnu, Trayodashi a Kama, Chaturdashi a Shankara, Purnima alla Luna e Amavasya ai Pitri. Questi quindici Tithi appartengono alla Luna. Durante Krishna Paksha, tutti i Sura, lentamente bevono il tempo della Luna, poi questa apparirà di nuovo a partire dal sedicesimo giorno in Shukla Paksha. Questi giorni si ripetono in continuazione. Il Sole vive in loro. Il Sole illumina e oscura la Luna, per questo è detto essere il signore dei giorni lunari.

Quindicina lunare e Sura

Bhavishya Purana – Madhyama Parva – Sezione 20 – Versi 1-8-10

1. Suta continuò: Ora un elenco di cattivi presagi e cosa questi portano. Se nella carta dell’ascendente, o in transito vi sono pianeti di cattivo auspicio, questi devono essere pacificati.
8. Se Saturno, Marte e il Sole transitano nella stessa casa, mentre la Terra è coperta da foschia, è possibile che muoiano molte persone.
9. Se Giove, prima del tempo s’inoltra in un segno, se Saturno è assente, è possibile che il regno venga distrutto.
10. Se il Sole è invisibile e i punti cardinali sembrano bruciare, Dhumketu (cometa?) è visibile, i terremoti sono frequenti.