Varaha Mihira commenta cinque delle più importanti scuole di astronomia, una di queste è quella di Paulisa (vedi capitolo 3 del Pancha Siddhantica).

Il verso 20 da i requisiti (secondo Paulisa) per cui “vyatipata” (particolare posizione di Sole e Luna) si verifichi. Varaha Mihira afferma che il requisito è corretto per il periodo storico di Paulisa ma non per il suo.

आश्लेषार्धादासीद् यदा निवृत्तिः किलोष्णकिरणस्य ।
युक्तमयनं तदाऽऽसीत् सांप्रतमयनं पुनर्वसुतः ॥२१॥
āśleṣārdhādāsīd yadā nivṛttiḥ kiloṣṇakiraṇasya |
yuktamayanaṃ tadā:’:’sīt sāṃpratamayanaṃ punarvasutaḥ ||21||

Quando il Sole si muoveva verso sud, cioè quando il solstizio d’estate era al centro di Aslesha, il requisito di Sole e Luna in differenti ayana era corretto. Ma oggi la svolta verso sud è a tre quarti di Punarvasu, pertanto la definizione è errata.

(Pancha Siddhantika 3:21)

Per gli studiosi il periodo storico di Varaha Mihira è il quinto secolo d.C. Collocano Paulisa al terzo secolo d.C.

Al presente di Varaha Mihira (il suo “oggi”) il solstizio d’estate aveva luogo a 3 quarti (3 pada) di Purnavasu.

1 pada = 240 anni

Questo era vero per un periodo che va dal 200 a.C. al 40 d.C. Vedi posizione equinozio di primavera (colore rosso)

Al presente di Paulisa, il solstizio d’estate avveniva a metà di Aslesha, questo è vero per il 1640 a.C. Vedi posizione equinozio di primavera (colore nero).

Datare Paulisa e Varaha Mihira