72 erano gli uomini destinati a radunarsi intorno alla tenda il cui nucleo centrale era di 72 Cubiti. Il Santuario (ebraico “miqdash”), detto anche Tabernacolo (ebraico “mishkan”) era una tenda trasportabile. Il Tabernacolo era l’elemento centrale della disposizione di Jahweh che permetteva ad Israele di accostarsi a lui. Il tabernacolo venne costruito nel deserto presso il monte Sinai. Jahweh aveva parlato a Mosè e gli aveva dato il modello completo del Tabernacolo, un modello (un’ombra) che rispecchiava la realtà “celeste” o meglio la tangibilità astronomica del corso del Sole “…è una copia e un’ombra delle realtà celesti, secondo quanto fu detto da Jahweh a Mosè, quando stava per costruire la Tenda: Guarda, disse, di fare ogni cosa secondo il modello che ti è stato mostrato sul monte” (Ebrei 8:5)
Jahweh ispirò Mosè, perché potesse far eseguire il lavoro alla perfezione. “Poi farai per la Dimora delle assi di legno di acacia, da porsi verticali. Dieci cubiti la lunghezza di un’asse e un cubito e mezzo la larghezza (…) Farai dunque le assi per la Dimora: venti assi sul lato verso il mezzogiorno, a sud (…) Per il secondo lato della Dimora, verso il settentrione, venti assi, (…) Per la parte posteriore della Dimora, verso occidente, farai sei assi (…) Ogni asse avrà due sostegni, congiunti l’uno all’altro da un rinforzo. Così farai per tutte le assi della Dimora” (Esodo 26:15-23).
In tal modo i figli d’Israele portarono a termine l’opera. Le misure del Santuario sono calcolate in base al Cubito, la cui suddivisione più piccola corrisponde a 24 Dita. La parete posteriore, o lato Ovest, era fatta di 8 assi (ebraico “qèresh”) larghi 1,5 Cubiti (36 Dita) ciascuno, per un totale di 12 Cubiti (288 Dita). Mentre le pareti Sud e Nord erano fatte di 20 assi ciascuna per un totale di 30 Cubiti (720 Dita). La parte Est era aperta, priva di parete. Il perimetro delle pareti descritte era di 72 Cubiti (1728 Dita) .

Struttura del Santissimo

Lato ovest: 6 + 2 assi = 12 cubiti (288 dita)
Lato nord: 20 assi = 30 cubiti (720 dita)
Lato nord: 20 assi = 30 cubiti (720 dita)
Perimetro: 72 cubiti (1728 dita)

Altare alto 72 dita

Apertura del lato est = giorno dell’equinozio di primavera (mese di tishri)

12 costellazioni (tribù) ordinate secondo i punti cardinali

70+2 anziani

NOTA: le tribù sono esterne alla tenda (non al santissimo), i 70+2 anziani sono davanti alla tenda. L’altare è davanti al santissimo.

L’ombra dell’altare punta sui 28 gradi del toro (moto retrogrado) mancano 2 gradi (anziani) per puntare sull’ariete.

La distruzione del vitello d’oro, offre un indizio sull’uscita dal segno. Il “nehushtan”, il serpente di bronzo attorcigliato ad un’asta (il vedico “nausha”) costruito da Mosè offre un altro indizio sul periodo. Nehushtan/nahusha = Thuban, stella polare.

Le 1728 dita, sono tacche visibili (larghezza di un dito umano). Questo rende visibile il cambio ti tacca (giorno dell’equinozio).

Bibbia: struttura del santissimo della tenda