I grandi classici dell'astronomia vedica

il moto dei pianeti, le piccole e grandi frazioni di tempo

LE CONFIGURAZIONI ASTRONOMICHE CHE DATANO LA STORIA

Sanscrito, translitterazione e traduzione

आसन् मघासु मुनयः शासति पृथ्वीं युधिष्ठिरे नृपतौ ।
षड्द्विकपंचद्वियुतः शककालः तस्य राज्ञश्च ॥३॥

āsan maghāsu munayaḥ śāsati pṛthvīṃ yudhiṣṭhire nṛpatau |
ṣaḍdvikapaṃcadviyutaḥ śakakālaḥ tasya rājñaśca ||3||

 

I Sette Saggi (munaya = Orsa Maggiore) transitavano in Magha (Regulus) quando re Yudhishthira governava la Terra, questo 2526 anni prima dell’inizio dell’Era Saka (Brihat Samitha 13:3)

Il tempo è il distruttore dei mondi. Il tempo per natura trascorre. Il tempo possiede due nomi: reale (murta) e irreale (amurta). Ciò che inizia con un respiro (prana) è detto reale; ciò che inizia con l’atomo (truti) è detto irreale. Sei respiri compongono un vinadi, sessanta di questi un nadi

Astronomicamente quando la Luna e il Sole sorgono contemporaneamente con Vasava [Dhanishtha nakshatra], da quel momento in poi inizia lo yuga. È Magha [il mese lunare sinodico], è Tapas [il mese solare stagionale], la Luna sta crescendo e in effetti il movimento è verso nord.

SIDDHANTA SHIROMANI

Chino ai piedi di loto maestro ho assimilato la sua eccelsa conoscenza. Io il dotto Bhaskara, stò scrivendo un’opera, intitolata Siddhanta Shiromani, un gioiello tra tutte le opere di astronomia, scrivo in modo semplice e chiaro per il piacere degli astronomi dalla mente eccelsa…

ARTICOLI CORRELATI

Mito astronomico

Vi era un legame tra le sette stelle dell’Orsa Maggiore e Canopo. Il Mahabharata riporta una seconda storia. I sette saggi, insieme ad Agastya, trasportavano a spalla, Re Nahusha seduto su un palanchino, quando il saggio cominciò a porre domande insidiose, il Re preso dal nervosismo diede un calcio ad Agastya, che cadendo si staccò dai sette saggi.

  • Agastya saggio e stella
  • Datare le opere di astronomia
  • Le sei stagioni dello zodiaco solare

O vizioso, cadrete dal cielo, sarete esiliato sulla Terra. Per diecimila anni, assumerete la forma di un serpente e sarete vagabondo sulla Terra. Quando i diecimila anni saranno compiuti salirete di nuovo al cielo (Mahabharata 3.17:17).

Afferrò il drago, il serpente antico, che è diavolo e il Satana, e lo incatenò per mille anni; (Apocalisse. 20:2 CEI).

Il “serpente antico” e “Thuban” della costellazione del Drago, sono la stessa cosa. I racconti sono costruiti in modo diverso (nella Bibbia molto fratturati), ma si intravvedono ancora i frammenti di una fonte comune. Passato il suo tempo Nahusha (il Nahash della Bibbia) colpevole di aver insidiato la moglie di un’altro (Eva), viene cacciato e costretto a vagare sulla Terra (per 1000 anni, per 10000 anni, per un periodo non ben definito) nella forma di un serpente, poi sarà liberato.

ESSERE DIFFERENTI

Un’alternativa al monopolio religioso

“Trenta giorni lunari formano un mese lunare e un mese solare è il tempo che il Sole impiega per spostarsi da una costellazione all’altra. Un anno solare consiste di dodici mesi ed è detto un giorno per i Sura. Il giorno e la notte per i Sura e gli Asura sono opposti. Sessanta di questi giorni e notti moltiplicati per sei formano un anno sia per Sura e gli Asura” (Surya Siddhanta 1:13-14).

Dal tropico del Cancro alle estreme latitudini nord d’estate vi sono sei mesi di luce. Dal tropico del Cancro al tropico del Capricorno passando per l’equatore vi sono 360 giorni e 360 notti. Dal tropico del Capricorno alle estreme latitudini sud d’inverno vi sono sei mesi di buio. Questi sono i “tre luoghi” (sanscrito “Triloka”) concepiti dalla letteratura vedica.
Per estensione le zone nord e sud salgono al cielo con le due stelle Polari al centro, divenendo il mondo dei Sura (luminosi) e degli Asura (tenebrosi), mentre il luogo centrale quello dei Manusha (umani) rimane legato al pianeta. Da queste informazioni sorgono tutte le dottrine che riguardano gli angeli e i demoni, il paradiso e l’inferno, l’eterna lotta tra le forze del bene e le forze del male per il possesso della luce, la caduta degli angeli ribelli della Bibbia, ecc.

Nahusha

Indra non è un nome, ma uno stato. Una condizione che può essere persa e guadagnata. Indra risiede all’estremo nord, nel punto più alto del cielo. Diversi Indra si succedono. Trascorso il tempo necessario, il vecchio Indra riprende il suo posto e il ciclo ricomincia. Questo è ciò che si legge nel mito della detronizzazione degli Indra.

Lucifero = Indra, la stella Polare (Thuban) risiede nel punto più alto del Lokaloka, il monte del settentrione, dove le divinità sono riunite per deliberare.

Lucifero

Come mai sei caduto dal cielo, Lucifero, figlio dell’aurora? Come mai sei stato steso a terra, signore di popoli? Eppure, tu pensavi: Salirò in cielo, sulle stelle di Dio innalzerò il trono, dimorerò sul monte dell’assemblea, nelle parti più remote del settentrione (Isaia 14:12-13 CEI74)

Salirò in cielo tra le stelle, nelle parte più remota del settentrione. Ad avere quest’ambizione è Nahusha/Thuban. La madre di Nahusha si chiama Prabha (brillante), Nahusha è figlio della luce. Per esempio, Prahbati è la “moglie” di Surya il Sole. Fa riferimento alla luce dell’aurora.