LEGGI IL MANU SMRITI

Sommario

  1. La creazione
  2. I sacramenti e il noviziato
  3. Il matrimonio e i doveri del capo di famiglia
  4. Mezzi di sussistenza – precetti
  5. Regole d’astinenza e di purificazione – doveri delle donne
  6. Doveri dell’anacoreta e dell’asceta
  7. Condotta del re e della classe militare
  8. Officio dei giudici – leggi civili e penali
  9. Leggi civili e penali – doveri della classe commerciante e della classe servile
  10. Classi miste – tempi di calamità
  11. Penitenze ed espiazioni
  12. Trasmigrazione delle anime – beatitudine finale

MANU SMRITI

L’UNIVERSO NON ERA CHE TENEBRE; non poteva né essere percepito, né conosciuto; non poteva esser scoperto dal ragionamento né essere rivelato: sembrava immerso nel sonno. Allora il potere che esiste di per sé e non è alla portata dei sensi esteriori, rendendo visibile questo mondo con i cinque elementi e gli altri grandi principi risplendenti dello splendore più puro, apparve E DISSIPÒ LE TENEBRE. (Manu Smriti 1:5-6)

Dio disse: “SIA LA LUCE!”. E la luce fu. (Gen. 1:3 CEI74)

Avendo stabilito, nel suo pensiero, di far sorgere dalla sua sostanza le diverse creature, GENERÒ DAPPRIMA LE ACQUE, NELLE QUALI POSE UN GERME. (Manu Smriti 1:8)

E CON ESSE FORMÒ IL CIELO E LA TERRA; POSE IN MEZZO L’ATMOSFERA, LE OTTO REGIONI CELESTI ED IL SERBATOIO PERMANENTE DELLE ACQUE. (Manu Smriti 1:13)

Dio disse: “SIA IL FIRMAMENTO IN MEZZO ALLE ACQUE PER SEPARARE LE ACQUE DALLE ACQUE”. Dio fece il firmamento e separò le acque, che sono sotto il firmamento, dalle ACQUE, CHE SON SOPRA IL FIRMAMENTO. E così avvenne. (Gen. 1:6-7 CEI74)

CREÒ, IL TEMPO E LE SUE DIVISIONI, LE COSTELLAZIONI, I PIANETI, i fiumi, i mari, le montagne, le pianure, le valli. (Manu Smriti 1:24)

IL SOLE È IL SEGNO DI DISTINZIONE FRA IL GIORNO E LA NOTTE per gli uomini; la notte è per il sonno degli esseri, il giorno per il lavoro. (Manu Smriti 1:65)

Dio disse: “CI SIANO LUCI NEL FIRMAMENTO DEL CIELO, PER DISTINGUERE IL GIORNO DALLA NOTTE; SERVANO DA SEGNI PER LE STAGIONI, PER I GIORNI E PER GLI ANNI (Gen. 1:14 CEI74)

Avendo stabilito, nel suo pensiero, di far sorgere dalla sua sostanza le diverse creature, GENERÒ DAPPRIMA LE ACQUE, NELLE QUALI POSE UN GERME. (Manu Smriti 1:8)

[CREÒ], LE SCIMMIE, I PESCI, LE DIVERSE SPECIE D’UCCELLI, IL BESTIAME, LE FIERE, gli uomini, i carnivori a doppia fila di denti; I vermi, le cavallette, i pidocchi, le mosche, le cimici ed ogni sorta di insetti che pungono ed infine gli oggetti privi di movimento. (Manu Smriti 1:39-40)

IL BESTIAME, LE FIERE, I CARNIVORI A DOPPIA FILA DI DENTI, I GIGANTI, i rakshasa e GLI UOMINI SONO MAMMIFERI. GLI UCCELLI NASCONO DA UN UOVO (SONO DI SPECIE OVIPARA) come i serpenti, i coccodrilli, i pesci, le tartarughe e altre specie di animali terrestri o acquatici. (Manu Smriti 1:43-44)

io disse: “LE ACQUE BRULICHINO DI ESSERI VIVENTI E UCCELLI VOLINO SOPRA LA TERRA, davanti al firmamento del cielo”. Dio creò i grandi mostri marini e tutti gli esseri viventi che guizzano e brulicano nelle acque, secondo la loro specie, e TUTTI GLI UCCELLI ALATI SECONDO LA LORO SPECIE. E Dio vide che era cosa buona. (Gen. 1:20-21 CEI74)

Dio disse: “LA TERRA PRODUCA ESSERI VIVENTI SECONDO LA LORO SPECIE: BESTIAME, RETTILI E BESTIE SELVATICHE SECONDO LA LORO SPECIE”. E così avvenne: Dio fece le bestie selvatiche secondo la loro specie e il bestiame secondo la propria specie e tutti i rettili del suolo secondo la loro specie. E Dio vide che era cosa buona. (Gen. 1:24-25 CEI74)

VI SONO DIFFERENTI SPECIE DI ARBUSTI CHE CRESCONO IN CESPUGLIO OD IN MACCHIA, POI ALTRE DI GRAMIGNA, DI PIANTE RAMPICANTI E STRISCIANTI: TUTTI QUESTI VEGETALI NASCONO DA UN SEME O DA UN RAMO. (Manu Smriti 1:48)

E DIO DISSE: “LA TERRA PRODUCA GERMOGLI, ERBE CHE PRODUCONO SEME E ALBERI DA FRUTTO, CHE FACCIANO SULLA TERRA FRUTTO CON IL SEME, CIASCUNO SECONDO LA SUA SPECIE”. E così avvenne: (Gen. 1:11 CEI74)

AVENDO DIVISO IL CORPO IN DUE PARTI IL SOMMO ORDINATORE DIVENNE METÀ MASCHIO E METÀ FEMMINA, e unendosi a questa parte femminile, generò VIRAGI. (Manu Smriti 1:32)

DIO CREÒ L’UOMO A SUA IMMAGINE; A IMMAGINE DI DIO LO CREÒ; MASCHIO E FEMMINA LI CREÒ. (Gen. 1:27 CEI74)

Imparate, nobili Brahmani, che colui che il divin maschio VIRAGI, ha creato, intento in austera divozione, sono io, Manu (ADAM), creatore di tutti. (Manu Smriti 1:33)

Ed io volendo dar vita al genere umano, dopo aver persistito nelle più aspre penitenze, ho creato dieci altissimi santi signori delle creature: (Manu Smriti 1:34)

dixitque Adam hoc nunc os ex ossibus meis et caro de carne mea haec vocabitur VIRAGO quoniam de viro sumpta est (Genesi 2:23 VUL)

L'Adamo vedico, Passi vedici e biblici a confronto