Surya Siddhanta

la più famosa tra le opere di astronomia

SOMMARIO

1. Of the mean motions of the planets.
2. Of the true places of the planets.
3. Of direction, place and time.
4. Of eclipses, and especially of lunar eclipses.
5. Of parallax in a solar eclipse.
6. Of the projection of eclipses.
7. Of planetary conjunctions.

8. Of the asterisms.
9. Of heliacal risings and settings.
10. On the moon’s rising and setting, and of the elevation of her cusps.
11. Of certain malignant aspects of the sun and moon.
12. Cosmogony, geography, dimensions of the creation.
13. Of the armillary sphere, and other instruments.
14. On the different modes of reckoning time.

La letteratura vedica, espone il computo delle ere astronomiche, denominate “Yuga”. Quattro sono le ere principali, i loro nomi sono: Krita-Yuga, Tetra-Yuga, Dvapara-Yuga e Kali-Yuga. L’insieme di queste quattro ere prende il nome di Chatur-Yuga (quadruplice era) e la sua durata è di 4320000 anni, 10000 volte 432 anni, dirà il Surya Siddhanta.

तद्द्वादशसहस्राणि चतुर्युगमुदाहृतम् |
सूर्याब्दसङ्ख्यया द्वित्रिसागरैरयुताहतैः ||१५||

taddvādaśasahasrāṇi caturyugamudāhṛtam |
sūryābdasaṅkhyayā dvitrisāgarairayutāhataiḥ ||15||

Dodicimila anni [per i Sura e gli Asura] formano uno Chaturyuga (una quadruplice era); dodicimila di questi anni corrispondono a diecimila volte quattrocentotrentadue anni solari.

द्ध्वध्यास्वञ्जाशसहितं विज्ञेयं तञ्चतुर्युगम् |
कृतादीनां तयवस्थेयं धर्मपादतयवस्थया ||१६||

ddhvadhyāsvañjāśasahitaṃ vijñeyaṃ tañcaturyugam |
kṛtādīnāṃ tayavastheyaṃ dharmapādatayavasthayā ||16||

La quadruplice era possiede un’alba e un tramonto. Ognuna di queste quattro ere si differenzia dall’altra come durata.

युगस्य दशमो भावाश्चतुस्त्रिद्व्येकसहणः |
क्रमात् कृतयुगादीनां षष्ठांशः सन्ध्ययोः स्वकः ||१७||

yugasya daśamo bhāvāścatustridvyekasahaṇaḥ |
kramāt kṛtayugādīnāṃ ṣaṣṭhāṃśaḥ sandhyayoḥ svakaḥ ||17||

La decima parte di uno Chaturyuga moltiplicato per quattro, per tre, per due e per uno, danno l’esatta lunghezza di ciascuna era. La sesta parte di ogni era corrisponde alla durata di un’alba e alla durata di un tramonto.

युगानां सप्ततिः सैका मन्वन्तरमिहोच्यते |
कृताब्दसङ्ख्या तस्यान्ते सन्धि प्रोक्तो जलप्लवः ||१८||

yugānāṃ saptatiḥ saikā manvantaramihocyate |
kṛtābdasaṅkhyā tasyānte sandhi prokto jalaplavaḥ ||18||

Settantuno (circa 72) Mahayuga compongono un Manvantara, il suo nascere e il suo finire, hanno una durata simile a quella di un Kritayuga (1728000 anni), Alla fine di ogni Manvantara piove, avviene un Diluvio.

सस्य-धयस्ते मनवः कल्पे ज्ञेयाश्चतुर्दश |
कृतप्रमाणः कल्पादौ सन्धि पञ्चदशः स्मृतः ||१९||

sasya-dhayaste manavaḥ kalpe jñeyāścaturdaśa |
kṛtapramāṇaḥ kalpādau sandhi pañcadaśaḥ smṛtaḥ ||19||

Quattordici Manvantara (completi di “Sandhya”, albe e tramonti), compongono un Kalpa: il Sandhya di un Kalpa equivale alla durata di un Kritayuga.

Settantuno (72 con contando i Sandhya) Mahayuga danno vita a un lungo periodo chiamato Manvantara, la cui durata è di 308448000 anni terrestri, quattordici Manvantara danno vita ad un lunghissimo periodo chiamato Kalpa o “Giorno Cosmico” detto anche “Giorno di Brahma” la cui durata è di 4320000000 di anni terrestri. Per “Giorno Cosmico” s’intendono solo le dodici ore di luce, quindi la “Notte Cosmica” sarà altrettanto lunga.

Le grandi frazioni di tempo, Surya Siddhanta 1:15-19